Come prenderci cura della cistite attraverso la Naturopatia del benessere animale

cistite

La cistite è un’infezione e infiammazione molto dolorosa della mucosa vescicale, molto frequente nelle femmine, sia in cane che in gatto, a causa della maggior ampiezza e minor lunghezza dell’uretra rispetto i maschi. Nel gatto è più facile trovarla come conseguenza di forti stress emotivi, rispetto al cane.

I principali sintomi che ne annunciano la comparsa sono:


aumento della frequenza di minzioni
leccamento
difficoltà a urinare
lamenti e vocalizzi
bruciore con spasmo durante o dopo la minzione
possibilità di tracce di sangue
urine maleodoranti (minzioni in luoghi non usuali (come segnale di malessere o come impellente necessità di svuotare anche parzialmente la vescica)
irrequietezza

I fattori di rischio e predisponenti sono sicuramente:


un’alimentazione non appropriata
un abbassamento delle difese immunitarie
disbiosi vaginale ma soprattutto intestinale
shock e forti e prolungati periodi di stress e disagio
eccessiva assunzione di antibiotici e medicinali
sbalzi ormonali/gravidanze isteriche
cambi stagionali e di temperatura in soggetti predisposti e delicati
patologie come diabete, morbo di cushing, nefropatie, …e.

Sistema immunitario e alimentazione errata (industriale) vanno a braccetto: l'alimentazione industriale biologicamente inappropriata ricca in amidi apporta citochine proinfiammatorie che generano un campanello d'allarme continuo nell'organismo diretto al sistema immunitario, predisponendolo nel più o meno lungo periodo ad alterazioni della risposta sia in eccesso che in difetto promuovendo l'infiammazione cronica e le recidive.

Dal punto di vista ayurvedico la cistite essendo uno stato infiammatorio rientra tra le alterazioni di Pitta. Ecco perchè molto spesso le recidive in animali soggetti a cistite si presentano spesso dopo l’estate: un accumulo eccessivo di calore in soggetti predisposti porta il corpo a disfarsene battendo, attraverso l’infiammazione, sui suoi punti deboli.

Attenzione quindi a carni riscaldanti e non etologicamente appropriate come il maiale o la selvaggina nei periodi di maggiore stress, aumentare l’apporto idrico sia attraverso il cibo che attraverso piccoli trucchi di gioco e sapore, proporre frutti di bosco come snack fuori pasto magari con del kefir che dal canto suo riequilibra l’asse intestinale e il microbiota alterato, evitare come la peste biscotti e snack contenenti zuccheri e amidacei in quanto fonte di nutrimento per i batteri patogeni disbiotici, lenire la zona dolorante e non utilizzare igienizzanti e detergenti aggressivi, proporre impacchi sterili di malva, camomilla, calendula, portare fuori l’animale più e più volte al giorno per non fargli trattenere la pipì che aggraverebbe sintomi e infezione.

E veniamo ai rimedi più utilizzati in caso di cistiti acute e croniche

MORINDA CITRIFOLIA anche detta NONI

Il succo modifica e incrementa la produzione di Acido Ippurico impedendo ai batteri di attaccarsi alle pareti della vescica prevenendo di fatto la cistite.

PREBIOTICI E PROBIOTICI speciespecifici

Per riequilibrare il microbiota e permettere ai batteri buoni di combattere la disbiosi messa in atto da quelli patogeni.

Una mucosa intestinale infiammata può facilmente essere terreno di facile proliferazione batterica e non patogena, condizione dannosa non solo per il tratto gastro intestinale ma anche per la vescica e soprattutto per i reni.

UVA URSINA

Agisce sia sull’infezione che sull’infiammazione, essendo in grado di determinare un’azione antimicrobica, antinfiammatoria, calmante dello stimolo della minzione, antibatterica. Favorisce inoltre il ricambio continuo di urina, evitando la stagnazione microbica e risciacquando la vescica.

ATTENZIONE: si può utilizzare solo se l’urina è ALCALINA. E comunque nell’animale è utilizzabile solo per brevissimi periodi, in quanto porta alla formazione di citrati.

NON VA UTILIZZATA IN CASO DI DISSENTERIA.

NON VA MAI ASSOCIATA A PREPARATI A BASE DI MIRTILLO in quanto hanno natura completamente opposta.

SOLIDAGO

Ha proprietà diuretiche, antinfiammatorie, astringenti

MIRTILLO

Antinfiammatorio e disinfettante, gli estratti del Mirtillo inibiscono l’adesione dei colibacilli alla parete dell’intestino e della vescica.

Si utilizza in pH urinari acidi.

CALLUNA VULGARIS

Simbiotica della Betulla Verrucosa (diuretica) ha un organotropismo per le vie urinarie, infatti bonifica i terreni acidi, è antibatterica e antimicrobica, antisettica, antiossidante, diuretica, MOLTO USATA NELLE FORME CRONICHE perché antisuppurativa.

D-MANNOSIO

Zucchero estratto dal legno di Betulla o Frassino, in grado di legarsi alle lectine dei batteri patogeni staccandoli dalla mucosa ed eliminandoli con la minzione. Non ha però un’azione antibiotica.

Non si tratta ovviamente di uno zucchero negativo trasformabile in Glicogeno, come quello contenuto in biscotti e crocchette quanto una molecola organica prodotta anche dal corpo. È perciò utilizzabile anche in soggetti diabetici e si comporta piuttosto come un prebiotico sostenendo il microbiota.

Anche a livello omeopatico ci sono parecchi rimedi benefici per cistite, infezioni del tratto urinario e dolori pungenti e brucianti come Cantharis e Apis.

Consigliati sono sicuramente anche tutti quei rimedi che vanno a modulare il sistema immunitario, aiutandolo a rafforzarsi, a far fronte sia all’infiammazione che all’infezione e a prevenire ricadute future.

Occhio alla vitamina C, acidifica…in alcune cistiti non è l’ideale! Rivolgiti sempre ad un professionista specializzato nel settore olistico per animali.

Attenzione anche alla pratica umana di mettere olio e creme di tea tree: l’animale lecca la zona interessata potendo ingerire i prodotti e così intossicarsi.

Invece via libera a infusi e decotti sterili e tiepidi/freddi di Malva, Camomilla, Calendula, Iperico per lenire la zona dolorante e pulire. Utilizzare ogni volta tessuti nuovi e di materia naturale come il cotone.

A presto amici

Al prossimo articolo

Non mancate!

Stella

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *