DIATESI E OLIGOELEMENTI PER I NOSTRI ANIMALI

OLIGOS, MODICUM VERUM ETIAM NECESSARIUM… Poco ma indispensabile!

Quando si parla di DIATESI si parla della predisposizione di un determinato soggetto a contrarre una determinata affezione di carattere patologico. In senso più ampio, e prettamente naturopatico, il significato di diatesi è collegabile a quello di TERRENO, dove per terreno si intende l’impronta genetica familiare ricevuta alla nascita.

Ogni indivduo in virtù dell’appartenenza ad una diatesi specifica è predisposto ad ammalarsi con più facilità di talune malattie geneticamente predeterminate.

Per OLIGOTERAPIA invece si intende quella branca della medicina naturale a supporto di uno squilibrio biologico e/o emozionale di un soggetto che si basa sull’assunzione di sostanze chimiche inorganiche biologicamente costituenti la materia vivente (gli OLIGOELEMENTI), ovvero metalli e metalloidi – presenti in tracce nel corpo – fondamentali per la vita in quanto senza di essi le reazioni metaboliche non potrebbero avvenire in maniera efficiente. Possono assumere un ruolo strutturale (es. Ferro che si lega all’Emoglobina) o funzionale (cofattori enzimatici) in base alla molecola a cui si legano.

Il padre fondatore dell’Oligoterapia è Jacques MENETRIER.

Quando si parla di Oligoterapia in Naturopatia si fa sempre riferimento alla OLIGOTERAPIA CATALITICA e mai all’utilizzo ponderale di elementi come Ferro, Potassio, Iodio, etc. che vengono fatti assumere in grandi dosi determinanti tutta una serie di squilibri elettrolitici (e non solo) causa di svariati effetti indesiderati e collaterali nei nostri amici.

Vi starete chiedendo ... Ma perchè è così importante l'Oligoterapia Catalitica per la salute del mio animale?

Ebbene… L’inquinamento alimentare, atmosferico, medicamentoso, le malattie stesse comportano tutta una serie di scompensi nell’organismo chiamati “fenomeno di blocco” di elementi essenziali presenti nell’organismo (gli oligoelementi per l’appunto) con conseguente inattivazione totale (nei casi più gravi) o parziale dell’attività degli enzimi (che catalizzano tutte le reazione che avvengono nel corpo atte al proseguimento della vita…comprese quelle immunitarie e ormonali) da loro presieduta.

Le manifestazioni morbose delle malattie originano da tali blocchi.

L’introduzione di questi oligoelementi dovrebbe avvenire attraverso il cibo (biologicamente appropriato, non certo quello industriale): ma spesso assistiamo ad un depauperamento molto più consistente dell’effettiva quantità che introducono i nostri animali attraverso gli alimenti. 

Inoltre le condizioni di vita moderne sono spesso il primo denigratore di queste riserve, in particolar modo lo stress. 

Pensate che… ogni anno circa 1/4 delle cellule del corpo viene integralmente sostituito con nuove cellule: per fare questa immensa operazione ci vogliono principi nutritivi adeguati e oligoelementi in quantità.

Ecco perchè spesso alla base di uno squilibrio l’entrata in gioco degli oligoelementi catalitici è fondamentale, fondamentale soprattutto per aiutare tutto il resto dei trattamenti terapeutici – che si mettono in campo – ad ottenere risultati soddisfacenti!

In quale diatesi predominante rientra in questo momento il mio animale?

DIATESI 1 - ALLERGICO

DIATESI 2 - IPOSTENICO

DIATESI 3 - DISTONICO

DIATESI 4 - ANERGICO

Animale energico, volitivo, ottimista, fiducioso, nervoso, irrascibile, emotivo, dotato di memoria selettiva, incostante

Animale stanco al mattino appena sveglio che si riattiva velocemente appena si mette in moto, iperattivo la sera, dal sonno irregolare che si stanca velocemente.

Predisposto alle ALLERGIE, RINITI, DISTURBI DIGESTIVI DA NERVOSISMO, ASMA ALLERGICA, ORTICARIA ED ECZEMA, REUMATISMI ACUTI, DIMAGRIMENTO.

Animale calmo, ponderato, dalla scarsa memoria, pigro, che si muove con fatica (svogliati), metodico.

Animale stanco alla sera, poco resistente, con sonno abbastanza buono perchè fa svariati pisolini durante tutto il giorno.

Predisposto a DEBOLEZZA DELLE VIE RESPIRATORIE, INFEZIONI, RISTAGNI LINFATICI, DIABETE, OBESITA’, REUMATISMO CRONICO.

Animale ansioso, malinconico, nervoso, affaticabile, depresso, con cattiva memoria e concentrazione.

Animale con stanchezza agli arti inferiori, con disturbi neurovegetativi, circolatori, digestivi (somatizza molto sullo stomaco), articolari. Soffre di risvegli notturni.

Predisposto a COLITI, COLICHE, SPASMI, CALCOLI, ARTROSI, MAL DI TESTA, DISTURBI CARDIOVASCOLARI, INVECCHIAMENTO ORGANICO PRECOCE.

Animale anziano, obnubilato, indeciso, triste, volubile, depresso, senza memoria, rilassato.

Animale con stanchezza perenne, gracile, poco vitale,  senza autodifesa (ne fisica ne morale), lassitudine generale, insonnia, incubi, angoscia.

Predisposizione di tipo DEGENERATIVO oppure LUNGHE CONVALESCENZE, LEUCOPENIA, DEFICIT IMMUNITARIO.

La diatesi non è uno stato fisso, immutabile, ma varia nel tempo; inoltre non è quasi mai pura ma intrecciata e progressiva (dalla 1-2 alla 3-4).

Gli oligoelementi promuovono l’invecchiamento fisiologico, contrastando quello precoce. Hanno un trattamento con uno spettro d’azione molto vasto e sono utili a riequilibrare la loro diatesi di appartenenza attraverso dosi molto molto piccole, promuovendo l’informazione alla cellula più che affaticandola con dosi massicce (che altro non fanno se non peggiorare lo stato di rallentamento delle reazioni vitali).

A presto amici

Al prossimo articolo

Non mancate!

Stella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *